Comunicati Comunicati

Indietro

I cicli quadriennali: strategie di innovazione nella scuola secondaria

I cicli quadriennali: strategie di innovazione nella scuola secondaria

23 gennaio 2020
Immagine

Sabato 25 gennaio 2020, a partire dalle ore 8.45 e per l’intera giornata, presso la sede di IPRASE a Rovereto si terrà il seminario dal titolo “I cicli quadriennali. Strategie di innovazione nella scuola secondaria”. L’iniziativa rappresenta un momento di confronto, a livello nazionale, in merito all'esperienza dei cicli quadriennali nella scuola secondaria di secondo grado. L'obiettivo è quello di recuperare le esperienze innovative di questi percorsi, per renderle patrimonio trasferibile a tutto il sistema scolastico. Alle testimonianze delle scuole trentine si aggiungeranno quelle di altri Istituti del contesto nazionale, per un approfondimento su temi specifici. Il seminario è rivolto a docenti e dirigenti scolastici impegnati nei percorsi quadriennali o comunque interessati alle innovazioni introdotte nell'ambito di tali cicli.

La giornata di studio inizierà con un incontro in plenaria dal titolo "L’origine dei cicli quadriennali nella scuola secondaria di secondo grado", in cui Mario Giacomo Dutto, già presidente del Comitato tecnico scientifico di IPRASE, e il dirigente scolastico Anselmo Pietro Bosello presenteranno un quadro di riferimento storico-normativo. Interverranno inoltre: Ettore Accerra, dirigente tecnico MIUR; Roberto Ricci, dirigente di ricerca INVALSI; Roberto Ceccato, dirigente generale Dipartimento istruzione e cultura Provincia autonoma di Trento e Renato Troncon, presidente del Comitato tecnico scientifico di IPRASE. 

A seguire i partecipanti saranno impegnati in quattro workshop, incentrati sulle esperienze di alcune scuole pilota provenienti da varie regioni d’Italia e sulla discussione di quattro temi chiave: il percorso quadriennale dalla prospettiva degli studenti; la progettazione del curricolo in verticale; le soluzioni metodologiche e tecnologiche; la valutazione e l’efficacia. 

Le finalità dell’evento sono molteplici seppure integrate tra loro. Il seminario intende infatti mettere a confronto le esperienze dei licei quadriennali a livello locale e nazionale; promuovere la comunicazione e lo scambio fra le scuole coinvolte; promuovere le conoscenze e la diffusione delle pratiche positive di innovazione che scaturiscono da questi percorsi sperimentali. Infatti, al di là dei risultati raggiunti in ambito scolastico, i percorsi quadriennali fanno da incubatore per sperimentazioni didattiche e soluzioni che possono essere d’interesse per tutto il sistema. 

In Trentino, le esperienze dei licei quadriennali sono quelle del “Sacro Cuore” di Trento, del “Martino Martini” di Mezzolombardo e dello “STEAM” di Rovereto. Accanto a loro durante il seminario interverranno il Collegio San Carlo di Milano, il Liceo Galileo Ferraris di Varese, l’Istituto Superiore Telesi@ di Telese Terme (BN), l’Istituto Statale Superiore Carlo Anti di Villafranca (VR), l’I.S.S. Olga Fiorini di Busto Arsizio (VA), l’IISS Ettore Majorana di Brindisi, l’ITE Enrico Tosi di Busto Arsizio (VA) e il Liceo Guido Carli di Brescia.

Ufficio Stampa della Provincia autonoma di Trento

creativecommons Questo documento è pubblicato e rilasciato sotto licenza CC BY-NC-SA 3.0 IT