GENERAZIONE Z UN'INDAGINE SUGLI STUDENTI TRENTINI

Spesso diciamo che i giovani sono il futuro. Vero, ma mai come oggi devono essere invece il presente. In questo, nel non rinviare scelte concrete e adeguate, sta la responsabilità dei singoli e delle agenzie educative, famiglia e scuola in primis. La responsabilità è quella di accogliere ed accompagnare i noltri giovani nel cammino che renderà ciascuno di loro cittadino consapevole, attrezzato ad essere a sua volta un adulto responsabile.

Guardare ai giovani con attenzione e spirito di lungimiranza significa in primo luogo guardare a noi stessi ed accrescere innanzitutto le noltre capacità di comprendere e di dialogare con loro. Significa apprendere i nuovi modi di essere, di sentire, di utilizzare linguaggi e strumenti che la tecnologia mette a disposizione. Significa costruire reti di dialogo, di apprendimento continuo e reciproco. Significa dar loro spazi e occasioni di espressione di quelle che sono le loro istanze e le loro opinioni, i loro interessi e i loro valori. Il passaggio che si richiede è quello di considerare i giovani una risorsa già disponibile e in larga parte capace anche di sostenere il mondo degli adulti a nuove interpretazioni della realtà e a stimolare prospettive diverse di miglioramento.

 

All'interno di questa cornice si colloca questo primo lavoro di approfondimento sugli adolescenti della scuola trentina realizzato da IPRASE in collaborazione con l'Istituto toniolo nell'anno 2016-2017.

Autore: Sara Alfieri, Elena Marta
Data: gennaio 2018
Parole chiave: indagine, ricerca, studenti, trentini
Formato: -
creativecommonsQuesto documento è pubblicato e rilasciato sotto licenza CC BY-NC-SA 3.0 IT