Destinatari
Assistenti di laboratorio scolastici – area chimica – fisica – delle scienze

Descrizione
PRESENTAZIONE
Al fine di promuovere processi di problematizzazione, di formulazione di ipotesi, di analisi dei dati nell’ambito della realizzazione di esperienze/esperimenti di chimica, fisica e biologia sul tema Tecniche di separazione, guidati, oltre che dal docente e dall’insegnante tecnico-pratico, dall’assistente di laboratorio e di consentire l’utilizzazione della strumentazione presente nei laboratori in dimensione pluridisciplinare, si propone un’azione che miri ad implementare le competenze a tal fine connesse. Le tecniche di separazione consentono di separare i componenti di miscele anche complesse sia di origine naturale che di sintesi, sfruttando le loro proprietà chimico-fisiche. Sono largamente utilizzate a livello qualitativo e quantitativo in processi di laboratorio, industriali e di ricerca. La disponibilità di nuovi processi e strumenti di analisi consente miglioramenti in termini di efficienza e sensibilità, oltre che eliminare i passaggi di “derivatizzazione” delle miscele iniziali.

OBIETTIVI
Lo scopo è quello di presentare i principali metodi chimico-fisici di separazione, con particolare attenzione alle tecniche cromatografiche che sono le più largamente utilizzate.

CONTENUTI
Richiamo dei concetti fondamentali
Presentazione delle principali tecniche strumentali, focalizzando l’attenzione sulla cromatografia liquida (HPLC) per sostanze apolari e polari, in quest’ultimo caso anche accoppiata allo spettrometro di massa come rilevatore (HPLC-ESIMS)
Illustrazione di applicazioni in svariati settori

 

Data termine adesioni
09/10/2015

Calendario
lezioni teoriche:
19 e 26/01/2016
(14.30-16.30)
pratica in laboratorio:
8 e 15/02/2016 (13.30-16.30)

Sede
Trento – ITT Buonarroti, via Brigata Acqui 15

Enti organizzatori
IPRASE

Referente
prof.ssa Marcella Cellurale - tel. 0461 494389 formazioneata@iprase.tn.it

Informazioni
Segreteria 0461 494376
formazioneata@iprase.tn.it