immagine-per-corso-autismo

Destinatari

- Assistenti educatori, sia provinciali che appartenenti ad enti accreditati
- Docenti di qualsiasi ordine e grado, compresa la scuola dell’infanzia
- Qualsiasi professionista in ambito scolastico, interessato alla tematica

Periodo di svolgimento

31 gennaio 2017, dalle 15.30 alle 19.30

Descrizione

RELATORE: DARIO IANES
Docente ordinario di Pedagogia e Didattica speciale all’Università di Bolzano, Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria, e co-fondatore del Centro Studi Erickson di Trento, per il quale cura alcune collane, tra cui le Guide e i Materiali.
Autore di vari articoli e libri e direttore della rivista «Difficoltà di Apprendimento e Didattica Inclusiva».

FINALITA'
Il seminario è una preziosa occasione formativa aperta a tutti gli assistenti educatori, sia provinciali che appartenenti ad enti accreditati, e a tutti i docenti di ogni ordine e grado, compresa la scuola dell’infanzia. Fa parte del “Corso di perfezionamento di didattica inclusiva per i disturbi dello spettro autistico”, di 250 ore, riservato, invece, solo a chi vi ha regolarmente aderito entro il 10 ottobre 2016.
Ha come obiettivo principale quello di rispondere ad alcune delle domande che nascono in coloro che lavorano con persone che presentano problemi di comportamento gravi:
- Come intervenire efficacemente con la persona in difficoltà, aggressiva, che si isola, che compie atti di autolesionismo?
- Come aiutarla a superare queste sue difficoltà senza mettere in atto atteggiamenti repressivi o punitivi?

CONTENUTI

Le alleanze psicoeducative nei comportamenti problema
- Allearsi con la persona per comprendere il significato dei suoi comportamenti
- Allearsi con i suoi bisogni espressi in modo problematico
- Allearsi tra persone di riferimento educativo per decidere una strategia comune

I nostri disagi all’origine dei comportamenti problema
- Costituzione del gruppo/”tavolo” di riferimento: persone che condividono responsabilità sul soggetto (rete educativa)
- Gli “elenchi grezzi”
- L’elenco condiviso
- La decisione di reale problematicità (il criterio del danno, il criterio dell’ostacolo, il criterio dello stigma sociale)
- Dalla decisione alla valutazione
- Strategie per costruire una forte alleanza con i genitori (formazione di competenze educative e sostegno psicologico ed elaborazione congiunta)

Il “come” e il “quando”: l’osservazione iniziale e la linea di base
- L’osservazione informale dei comportamenti problema
- L’osservazione sistematica dei comportamenti problema
- La definizione e la misurazione del comportamento
- Il campionamento a tempo e l’uso di strumenti di osservazione
- La linea di base

Il “perché”: l’Analisi funzionale
- Che cos’è l’Analisi funzionale?
- Il ruolo delle condizioni antecedenti
- Il ruolo degli effetti prodotti dal comportamento problema
- La raccolta dei dati funzionali e la loro interpretazione

L’intervento positivo sostitutivo
Fasi di lavoro:
- entrare spesso in situazione
- definire gli specifici comportamenti positivi sostitutivi
- accompagnamento, guida e aiuto al comportamento positivo
- valorizzazione del comportamento positivo
- frustrazione del comportamento problema
- estensione e generalizzazione dell’intervento

L’intervento positivo punitivo
- Punizione di primo tipo e punizione di secondo tipo
- La punizione funziona?
- La punizione è dannosa?
- Il timeout
- Il costo della risposta e l’ipercorrezione
- Il blocco fisico

Il lavoro sul contesto
- Dilatare gli ecosistemi di vita e di relazione
- Costruire continuità educativa nei vari ecosistemi
- Espandere gli interventi in un progetto di vita
- Migliorare la qualità psicoeducativa dei contesti attuali

SEDE
Aula Magna IPRASE, via Tartarotti 15, ROVERETO.

Aderisci al corso

 

 

Data inizio corso
31/01/2017

Data termine corso
31/01/2017

Data termine adesioni
30/01/2017

Sede
Iprase, via Tartarotti 15 - Rovereto

Enti organizzatori

IPRASE

Referente
Maria Arici maria.arici@iprase.tn.it

Informazioni

Maria Arici
0461/494382 - maria.arici@iprase.tn.it

 

LE NUOVE FRONTIERE DEL DIRITTO ALL’ISTRUZIONE Rimuovere le difficoltà d’apprendimento, favorire una scuola inclusiva e preparare i cittadini responsabili e attivi del futuro, codice progetto 2015_3_1011_IP.01. Questa iniziativa è realizzata nell’ambito del Programma operativo FSE 2014 – 2020 della Provincia autonoma di Trento grazie al sostegno finanziario del Fondo sociale europeo, dello Stato italiano e della Provincia autonoma di Trento.