Una riflessione multidisciplinare sull’avvenire delle nuove generazioni

Venerdì 24 gennaio 2014 a ore 14.00, presso Palazzo Todeschi a Rovereto, studiosi e rappresentanti istituzionali dialogheranno su flessibilità lavorativa e conseguenze dell’incertezza occupazionale sulle aspirazioni e gli atteggiamenti delle nuove generazioni.

Non solo NEET, fuga di cervelli, tassi di occupazione e disoccupazione giovanile, dunque, ma una riflessione più ampia sulle ricadute in chiave educativa e formativa di un nuovo assetto con cui è necessario fare i conti e che, per diventare foriero di crescita e di nuove opportunità, necessita di essere presidiato con nuove strategie di sviluppo.

La crisi economica incide sulla vita dei cittadini, in particolare giovani: disoccupazione, precarietà, scarsa spendibilità di titoli di studio anche elevati, riguardano un segmento sempre più ampio della popolazione giovanile e impongono scelte e sfide nuove che richiedono inedite modalità di intervento, anche educative e formative.

Economisti e policy makers hanno ampiamente indagato gli effetti della crisi a livello di sistema economico e politico, ma rimangono ancora in parte sconosciute le ripercussioni che la crisi occupazionale ha su atteggiamenti sociali, strategie individuali di sopravvivenza, vissuti esistenziali.

L’incontro cerca di riportare al centro del dibattito pubblico questi aspetti, evidenziando come le criticità connesse a precarietà e incertezze in ambito professionale abbiano un impatto che non può essere trascurato su percorsi e stili di vita, orientamenti valoriali, rappresentazioni sociali, rapporto con la politica e le istituzioni.

Il convegno prevede numerosi interventi e la presentazione degli esiti della ricerca “Le conseguenze della precarietà lavorativa sugli orientamenti politici in provincia di Trento” cofinanziato dalla Cassa di Fondazione Risparmio di Trento e Rovereto e realizzato da Fondazione Istituto Cattaneo di Bologna (capofila) con IPRASE e il Dipartimento di Scienze dell’educazione dell’Università di Bologna.

Supervisore scientifico del progetto il Prof. Piergiorgio 

Sede del corso: Rovereto Via Tartarotti 7